martedì 26 giugno 2007

Oh quant'è bella Napule, è proprio bella assaie...

Sono tornato, da poco, da un viaggio a Reggio Calabria. Era una città che non vedevo da moltissimi anni e che era piena di ricordi dei miei anni giovanili al Ginnasio- Liceo "Tommaso Campanella". Sono rimasto sbalordito: avevo lasciata una città povera, malconcia, sonnolenta; ho trovato una città ringiovanita, pulita, dinamica, bellissima. Il lungomare è stato allargato, abbellito, ricco di fiori, piante, sculture. Nel centro tutti gli edifici sono stati restaurati, attintati, freschi. La gente passeggia tranquilla con borse, borsette e gioielli. Dovunque si vedono vigili urbani al lavoro, poliziotti, carabinieri. A mezzanotte passata il lungomare era invaso da migliaia di persone che si godevano la fresca brezza marina. Famiglie intere con bimbi al seguito, ragazzi con la fidanzata, orchestrine, musica, fuochi d'artificio, eleganti negozi modernissimi splendenti di luci! Mi sono informato, e tutti affermano che la rinascita della città è dovuta all'ottima amministrazione del Sindaco Falcomatà, purtroppo recentemente deceduto.Ora sono tornato a Napoli che il Padreterno e la natura hanno inserito in uno scenario tra i più belli al mondo. Sono uscito dalla stazione assediato da tassisti abusivi, mendicanti di ogni colore, lenoni che mi proponevano l’alberghetto con “compagnia”. Qui solo il dialetto mi ha liberato di loro, dopo alcuni “tenn’ vuò i’ o no?” e “vattenn” (te ne vuoi andare o no? – vattene) si sono resi conto di non aver incontrato il turista da spellare. Ho quindi preso un tassì “regolare” che comunque ha provato ad allungare la strada e dopo aver capito che non mi lasciavo fregare, ha malinconicamente eseguito le mie indicazioni.Finalmente dopo alcune gimcane tra montagne di rifiuti, e numerosi sobbalzi sulle strade dissestate, abbiamo imboccato la tangenziale e sono arrivato a casa.Ovviamente mi sono posto molte domande. Possibile che a Reggio Calabria un semplice Sindaco capace e onesto sia riuscito, con entrate certamente modeste, a realizzare una vera e propria rinascita della sua città?A Napoli saranno certo superiori le spese, ma le entrate sono di gran lunga maggiori, basti pensare che ha le tariffe più alte d’Italia sia per quanto riguarda l’ ICI (7 per mille), che per la sosta delle auto nelle strisce blu (da 2 a 4 euro l’ora), per la sovrattassa sulla benzina, per la tassa per la rimozione (?) dei rifiuti, per i ticket sanitari e così via. E che cosa abbiamo in cambio? Strade colabrodo che sprofondano dopo poche gocce di pioggia, servizi inesistenti, forze dell’ordine invisibili, delinquenza a gogo’, montagne di spazzatura ovunque, pericolo del ritorno dell’epidemia di colera, etc. etc. E quindi, che dire? Io cerco di mantenermi fuori dalla mischia, e cioè, al momento del voto, di valutare (per quanto possibile) uomini e programmi, e di non guardare troppo ai partiti. Però, devo dire che il sindaco Iervolino nel 2001 è stata eletta con 262.818 voti, e 5 anni dopo, nel 2006, QUELLA STESSA Iervolino è stata rieletta con 304.755 voti. Il governatore (?) Bassolino è stato eletto nelle regionali del 2000 con 276.372 voti, ed è stato rieletto nel 2005 con 310.489 voti (il 64,25%) . Se ne deduce che sono solo io ad essere incazzato e a credere che la città sia terribilmente peggiorata, mentre la maggioranza dei napoletani è evidentemente contenta e soddisfatta!Aggiungo che ho la fortuna di possedere un piccolo appartamento in un palazzo popolare costruito 60 anni fa dall'INPS. Questo palazzo era talmente una "schifezza" che faceva vergogna solo a guardarlo. Ma i condomini, quasi tutti operai e pensionati, non avevano i soldi per ripulirlo. Poi, con un bravo amministratore e tanta pazienza, piano piano ce l'abbiamo fatta e l'abbiamo ripulito. Bene, in tutta l'Italia e in quasi tutta Napoli la revisione degli estimi catastali non è stata fatta. QUI DA ME Sì! A dicembre è arrivata la comunicazione del Comune: AUMENTO DEL 29%. Avete capito bene: ventinove per cento! Per pagare la nuova ICI (che come ho già detto, a Napoli ha la percentuale massima, come anche, grazie a Bassolino la benzina di Napoli è la più cara d'Italia) tra i miei condomini c'è gente che ha dovuto rinunziare anche a farsi qualche settimana di mare al lido mappatelle (spiaggia libera e mare fetente) perché non può permettersi le spese dell’autobus. Cosa mi hanno risposto all'ufficio ICI quando ho chiesto perchè solo qui, solo in questa zona, la rendita catastale sia aumentata, mentre nel resto di Napoli no? Mi hanno risposto: ma voi ora avete la metropolitana sotto casa e quindi la casa vale di più!. Io, però, ICI a parte, farei una sommessa proposta che risolverebbe, almeno in qualche misura, le montagne di spazzatura che ci sommergono: perchè non facciamo una bella raccolta volontaria e riversiamo la “munnezza” dentro il Comune, dentro il megapalazzo sede dell’ ufficio ICI e dentro (l'elegantissimo e ultramodernamente arredato) grattacielo dove ha sede la Regione?Qualche tempo fa c’è stata un’assemblea in segno di protesta: nella Caserma Nino Bixio di Napoli si è svolta la riunione dell'Anfp, Associazione Nazionale dei Funzionari di Polizia. Nel giorno della visita a Napoli del ministro dell'Interno Giuliano Amato, i militari hanno espresso il loro dissenso contro la legge Finanziaria. Un decreto che, come essi stessi sostengono "indebolisce e ostacola il loro lavoro". Paolo Iodice, segretario provinciale dell'associazione ha detto: "Con l'agitazione di oggi dimostriamo la nostra opposizione. Siamo contrari a quelle norme del governo che prevedono la chiusura delle Questure, dei Commissariati e degli altri uffici periferici della Polizia di Stato". "A Napoli - continua Iodice - è prevista la chiusura di dieci commissariati che dovrebbero essere accorpati in strutture più grandi. Ma al momento non esistono organizzazioni adeguate per ospitarli. In questo modo si verrebbe a creare solo una situazione di grande disordine in un territorio che è già molto indebolito dalla malavita". Ma evidentemente Iodice e i poliziotti si sbagliano: questa città è invece un paradiso e delinquenza non ce n'è. Votate gente, votate e siate felici.

23 commenti:

Mio Capitano ha detto...

Napoli a volte mi piace e a volte. So però che difficilmente riuscirei a vivere in un'altra città. Certo che se ci togliessero l'immondizia da sotto le case sarebbe un bel passo in avanti! Ciao.

lucia ha detto...

Anch'io torno da un viaggio. Non a Reggio Calabria, bensì a Roma.
A Reggio non sono mai stata, ma dopo il tuo racconto mi è venuta, come si dice, l'acquolina in bocca.
;-)
ps
"rinascita" e "paradiso senza delinquenza" sono parole che lasciano ben sperare.

Sergio ha detto...

per Lucia: Due "grazie". Il primo per aver descritto con tanto amore la mia città natale (Roma), il secondo per aver letto il mio post. Un solo consiglio: se ti pungesse vaghezza (vedi che bei paroloni antiquati :-D) di visitare Reggio Calabria, fai attenzione a scegliere un buon albergo. Ce ne sono pochi e soltanto un paio sono buoni. Purtroppo questa è una carenza non ancora superata. Se poi vuoi fare uno spuntino, o prendere un ottimo caffè, vai al Caffè Camagna, in corso Garibaldi 415. Te lo consiglio.
Un caro saluto
Sergio

Aikido ha detto...

buona sera prof..come stai? mi sembra di capire che stai bene..siamo fortunati perchè il nostro paese è un concentrato di arte e cultura..abbiamo le città più belle del mondo..e credo non vorrei sbagliare il 90% delle opere d'arte più importanti..Napoli..bellissima unica e ricordo la prima vesita che ho fatto..sono salita su per il viale alberato e c'è un punto che tra gli alberi si scruta anzi si apre in tutto il suo splendore il golfo di Napoli dove il Vesuvio la fa da padrone..un'immagine vista solo sui libri e nei film..grande emozione..e poi..ho chiesto di visitare i quartieri spagnoli..rimasi estasiata di fronte la scalinata..adoro l'Italia..non ci manca nulla..e poi io vivo a Roma..
intanto un abbraccio grande

Sergio ha detto...

Ciao Aiki, che piacere risentirti!Bene, ora vengo a trovarti nel tuo blog. Per quanto riguarda Napoli aspetta tempi migliori e, speriamo, una diversa e più efficiente amministrazione. E poi...i quartieri spagnoli? So che sai difenderti bene, comunque hai corso un bel rischio.
Un bacio.

Anonimo ha detto...

Ciao Sergio, da quanto leggo te la sei passata bene e mi fa molto piacere, ora però cerca di non prenderci gusto alle gite, ok?
A presto, un bacio
esidra

Elle ha detto...

Ciao Sergio:)

giraffa ha detto...

La tua testimonianza sulla grave situazione di Napoli mi sembra molto importante e, probabilmente, rappresenta la rabbia di molte persone che vivono in quella splendida (così mi dicono e così la immagino) città. Mi chiedo anch'io perchè si continui a votare gente come Bassolino che, ricordiamolo, è anche uno dei responsabili dell'attuale grave situazione di emergenza dello smaltimento dei rifiuti. Me lo chiedo da italiana, perchè il problema non riguarda solo Napoli. Esiste una pessima tendenza dell'italiano a lamentarsi e, allo stesso tempo, a riporre la propria fiducie in personaggi oscuri che promettono mari e monti ma, nei fatti, i mari e i monti li fanno finire sempre nelle proprie tasche. E intanto viene voglia di fare un viaggio a Reggio Calabria!!

Sergio ha detto...

Ciao Giraffina, grazie per il tuo commento che è giustissimo. Anch'io, come italiano, sono indignato, deluso e amareggiato. Cambierà mai qualcosa? Spero ancora di sì. Reggio Calabria docet.
Un abbraccio

giraffa ha detto...

Forse, se riuscissimo, tutti quanti insieme, a non adeguarci, a farci ascoltare dai "dipendenti" politicanti..cambierebbe qualcosa!

Elle ha detto...

E' bello tornare a casa.Della propria casa si conoscono pregi e difetti e la si ama per quella che è. Un bacione

Anathea ha detto...

Già, caro amico, i dubbi vengono, e a questo livello sono certezze. Fa piacere invece passeggiare in strade come quelle di Reggio Calabria di cui parli, sembra quasi di sentire quella tranquillità... Un vero peccato che non possa essere esteso questo principio a Napoli e, in minor dose, ad altre città. Anche i patrimoni culturali e artistici sono molto meno tutelati, purtroppo.

TI abbraccio e ti ringrazio per il tour-de-force (chissà se si scrive così...) che ti ho costretto a fare! :)

Buona serata e buona notte
A.

Anonimo ha detto...

Organizziamoci un giorno per portare i sacchetti al Comune o alla Regione. Io ci sto!

Anonimo ha detto...

Organizziamoci un giorno per portare i sacchetti al Comune o alla Regione. Io ci sto!

Erminia.

elenoir ha detto...

Sergio grazie del tifo e dei passaggi, sei un tesoro!

Anonimo ha detto...

MA07 (http://amicidispartaco.blog.tiscali.it)
Un minimo di progresso è stato ottenuto a Napoli, inutile negarlo altrimenti perchè avrebbe rivinto le elezioni... del resto il napoli è in A no?!

Sergio ha detto...

per MA07 - Sai come dicono a Roma? "Sì, consoliamoci con l'aglietto!".

Anonimo ha detto...

ida.fossati (http://idafossatimilano.blog.tiscali.it)
sai sergio ho letto il tuo articolo su Napoli,hai ragione per quanto riguarda l'immondizia,si vede in tv,però dove la si può portare se la gente,io penso a torto,non vuole le discariche,non vuole gli inceneritori,che se costruiti a regola d'arte non inquinano più di tanto?Non mi sembra giusto che i napoletani,che pagano le tasse,pretendino di portare l'immondizia in altre regioni,mentre mi sembra giusto pretendino gli inceneritori,in mano a gente onesta(ce n'è tanta a Napoli)e risolvere così una volta per tutte il problema un saluto. Ida

Vale ha detto...

Ho sempre considerato Napoli una città con un enorme potenziale.
Io la trovo una città semplicemente meravigliosa, solo che il contorno è quello che guasta.
Spazzatura, delinquenza, degrado in tutti gli angoli, smog, traffico e le sensazione che tutti tentino di fregarti in qualche modo distruggono la poesia e la maestosità di una città imperiale che invece dovrebbero essere valorizzate al massimo.
Spero che le cose per Napoli cambino il più presto possibile, è un vero peccato che tanta bellezza sia sacrificata al degrado. W Napoli!

Ciao!

Anonimo ha detto...

Passa da me e leggerai la vita di un altro santo altamente inquinato dai sensi!
Un bacio al caffè
Esidra

matrixwoman ha detto...

ciao Sergio, sono ancora qui, forse si va domani, auffyyyy!!!
buon we!
baci baci

matrixwoman ha detto...

dimenticavo: grazie ancora per avermi votata al concorso...passata alla finale ma non alla pubblicazione, sob!
bè, ci speravo e ci sono rimasta male! ebbene si, lo ammetto!
ri-ciao

Anonimo ha detto...

Caro Sergio, le immagini e le notizie che ci vengono da Napoli si commenttano da sole! le mie idee le conosci per cui ... no comment! Speriamo che il futuro ci riservi cose migliori! Lubert.